• Il derby è dell'Inter, Milan ko
    Notizie
    Adnkronos

    Il derby è dell'Inter, Milan ko

    L'Inter vince il derby, risponde alla Juventus e si riprende la vetta della classifica. Conte può festeggiare il primo successo nella stracittadina grazie al 2-0 griffato da Brozovic e Lukaku nella ripresa. I nerazzurri mettono a nudo i limiti del Milan di Giampaolo, restano a punteggio pieno in campionato e continuano a sognare in grande. Conte conferma il tandem d'attacco formato da Lukaku e Lautaro. Giampaolo invece spiazza tutti facendo debuttare dall'inizio Leao, preferito a Paquetà al fianco di Piatek.  Il portoghese gioca un buon primo tempo e ispira la migliore occasione dei suoi poco prima dell'intervallo con un pallone pennellato al centro dell'area proprio per Piatek, che colpisce male di testa. Prima però c'è solo l'Inter, che va più volte vicino al gol. Il primo brivido dopo dieci minuti nasce da uno sciagurato retropassaggio di Rodriguez, con Lautaro che si avventa sul pallone in scivolata e per un soffio non riesce ad anticipare l'intervento di Donnarumma. Il portiere capisce che non sarà una serata facile e si prepara agli straordinari. Al 18' mette il guantone su un destro a incrociare di Lukaku.  Al 21' si oppone alla conclusione ravvicinata di Lautaro, liberato al tiro da una magia di Sensi, e poi ringrazia D'Ambrosio che riesce solo a colpire il palo a porta vuota. Il Milan va in gol al 23' con Calhanoglu, ma a gioco già fermo per un tocco con la mano di Kessie. E al 35' sono i rossoneri a benedire l'intervento di Doveri, che annulla la rete di Lautaro dopo un'acrobazia di D'Ambrosio finito in fuorigioco.  L'errore di Piatek da ottima posizione prima del riposo è un altro brutto segnale per il 'diavolo'. E in avvio di ripresa, l'Inter trova il vantaggio. La difesa rossonera si addormenta su una punizione battuta da Sensi per Brozovic, che infila Donnarumma con la deviazione determinante proprio di Leao: gol prima annullato e poi saggiamente convalidato dal direttore di gara con l'ausilio del Var.  L'1-0 comunque non risveglia il Milan e non appaga l'Inter, vicino al raddoppio dopo un'ora di gioco con un sinistro da posizione defilata respinto ancora da Donnarumma. Giampaolo getta nella mischia Paquetà al posto di Calhanoglu, ma al 78' i nerazzurri chiudono i conti con il gol del raddoppio firmato da Lukaku. Il gigante belga mette il primo timbro sul derby con un'incornata perfetta sul cross di Barella. Il risultato potrebbe diventare ancora più rotondo all'80', ma il sinistro a giro del neo entrato Politano si stampa sulla traversa.  Nel Milan entrano anche Rebic ed Hernandez, che si mette in luce all'86' con un'azione personale culminata con un sinistro sul palo esterno. Nel recupero è Candreva lanciato in contropiede a mandare il pallone sull'interno del palo. All'Inter però basta e avanza il 2-0 per guardare ancora con più ottimismo al futuro.

  • Una pantera è entrata in un appartamento nel Nord della Francia
    Notizie
    notizie.it

    Una pantera è entrata in un appartamento nel Nord della Francia

    Paura nel Nord della Francia: una ragazzina ha visto entrare nel proprio appartamento una pantera. Fortunatamente, sono intervenuti prontamente i vigili del fuoco.

  • Terremoto in Campania, scossa di magnitudo 4.3 in provincia di Salerno
    Notizie
    notizie.it

    Terremoto in Campania, scossa di magnitudo 4.3 in provincia di Salerno

    Una scossa di terremoto di magnitudo 4.3 della scala Richter ha colpito il comune di Orria, in provincia di Salerno, nella serata del 21 settembre.

  • È morto Barron Hilton, il più visionario dei esponente della famiglia degli hotel
    Notizie
    AGI

    È morto Barron Hilton, il più visionario dei esponente della famiglia degli hotel

    È stato l'uomo che ha trasformato l'Hilton in una catena internazionale negli anni '60 e '70, portandola in Borsa, ma verrà ricordato anche come il più eclettico e visionario della famiglia, il filantropo, l'appassionato di football che diede l'impulso decisivo per creare l'evento sportivo più seguito negli Stati Uniti: il Super Bowl della Nfl. William Barron Hilton è morto a Los Angeles a 91 anni per cause naturali dopo una vita intensa, fatta di molte prime volte: è stato il primo a trasformare l'hotel di famiglia, a Las Vegas, nel palco per far esibire Elvis Presley, il primo a ospitare un incontro di pugilato, tra Muhammad Alì e Leon Spinks, nel '78, ma anche il primo a far quotare il gruppo Hilton a Wall Street, dopo averlo ereditato dal padre, Conrad, nel '66. I am deeply saddened by the loss of my grandfather Barron Hilton. He was a Legend, a visionary, brilliant, handsome, kind and lived a life full of accomplishment and adventure. Ever since I was a little girl I have looked up to him as a businessman. pic.twitter.com/eGFXAz1LUr — Paris Hilton (@ParisHilton) September 20, 2019 Barron è stato anche filantropo: aveva creato una fondazione con un patrimonio di 2,9 miliardi di dollari che adesso si arricchirà ancora, fino a 6,3 miliardi di dollari, quasi tutto il patrimonio personale di Hilton che, nel 2007, aveva deciso di destinare alla fondazione, una volta morto, il 97 per cento delle sue ricchezze. Barron lascia otto figli, quindici nipoti e quattro pronipoti. Tra i suoi eredi la più famosa è Paris Hilton, star dei reality televisivi, che ha salutato il nonno con queste parole scritte su Twitter: "È stato una leggenda, un visionario, un brillante, affascinante e gentile uomo che ha vissuto pienamente la sua vita".

  • Jessica Jaymes, trovata morta la pornostar americana
    Notizie
    notizie.it

    Jessica Jaymes, trovata morta la pornostar americana

    Jessica Jaymes, la pornostar americana, è stata trovata morta. A causare il decesso probabilmente è stato un arresto cardiaco.

  • Napoli, 18enne si sveglia dal coma all’ospedale Cardarelli
    Notizie
    notizie.it

    Napoli, 18enne si sveglia dal coma all’ospedale Cardarelli

    A causa di un tumore ovarico, una giovane ragazza di Napoli aveva visto la peggio. Ora, la 18enne si è svegliata dal coma.

  • Autobianchi A112 , una raffinata peste
    Notizie
    motor1

    Autobianchi A112 , una raffinata peste

    Pratica, economica, moderna, elegante e molto vivace. Piccola compagna di avventure di tanti giovani, tra gli anni ‘60 e gli anni ‘80

  • Como, equipaggio del battello ubriaco in servizio: tre denunciati
    Notizie
    notizie.it

    Como, equipaggio del battello ubriaco in servizio: tre denunciati

    Denunciati comandante, macchinista e marinaio di un battello dopo aver evidenziato un tasso alcolemico superiore al massimo consentito

  • Conte ad Atreju: "Lega isolata. Chiederò un patto con il mondo produttivo per l'ambiente"
    Notizie
    AGI

    Conte ad Atreju: "Lega isolata. Chiederò un patto con il mondo produttivo per l'ambiente"

    Matteo Salvini? È isolato nell'Ue, persino Orban non lo ha seguito. Matteo Renzi? Non è un Demolition man, anche se avrebbe gradito che l'ex segretario dem gli avesse comunicato l'intenzione di lasciare il Pd prima che nascesse il governo. Dopo un primo 'assaggio' a una festa di partito, con l'intervento giovedì sera al raduno di Mdp-Articolo1, Giuseppe Conte ha debuttato davanti a una platea dell'opposizione parlando ad Atreju, la convention annuale di Fratelli d'Italia in corso a Roma.E non ha risparmiato stilettate alla Lega, pur senza 'innervosire' una platea che al Carroccio guarda per le future alleanze. Quaranta minuti di intervista con Bruno Vespa di fronte a una sala gremita che ha rispettato il ruolo istituzionale del premier senza fischi (anche grazie alla 'moral suasion' della padrona di casa, Giorgia Meloni), ma con partecipazione, e che ha accompagnato le parole del presidente del Consiglio con applausi di approvazione o mormorii di dissenso (ad esempio sul tema migranti).In apertura del dibattito Meloni ha chiesto un applauso per il premier che, con la sua presenza, "fa un atto non scontato, di coraggio". Conte arriva all'isola Tiberina con il figlio ("oggi era il mio turno, sono un papa', se no a chi lo lascio..."), e dopo le foto di rito con Meloni, il premier non si è sottratto alle domande anche più politiche. Vespa lo incalza: "Ci ha preso gusto a fare politica...". Lui ribatte ironico: "A giudicare dall'applausometro è lei che è pronto a scendere in politica". Renzi? Non è un Demolition manPoi, più seriamente, fa notare: "Il presente è già tanto sfidante, ragionare del futuro è un salto nel buio". Sul piatto ci sono tutti i dossier più attuali: la formazione del nuovo governo, lo strappo di Matteo Renzi ("non credo sia un Demolition man", la definizione che dell'ex rottamatore ha dato l'Economist), la manovra economica, i rapporti con l'ex alleato Matteo Salvini e le riforme. E, soprattutto, tema caldo per il pubblico di Atreju, le politiche sull'immigrazione.Il premier batte l'accento sui temi economici: "è chiaro che il vero ostacolo, e quindi il vero risultato, sarà evitare l'incremento dell'Iva. Nella manovra potremo solo dare dei primi significativi assaggi del progetto politico. Ho preteso, ad esempio, asili nido gratuiti per famiglie con redditi medi e bassi".Poi parla di Alitalia: "La soluzione da me prediletta è quella di mercato". E di possibili tasse da reinvestire in politiche per la green economy e per la scuola, come proposto anche dal ministro dell'Istruzione. Lorenzo Fioramonti: "Mi pare praticabile", risponde a Bruno Vespa che gli chiede dell'idea di trovare risorse tassando merendine, bibite gassate e aumentando i biglietti aerei di un euro per i voli nazionali e di 1,5 euro quelli internazionali. Il 'green deal' italiano per l'ambienteL'idea è quella di un 'green deal' italiano per l'ambiente: "Chiederò un patto con tutto il mondo industriale e produttivo", assicura il premier. "Io devo poter orientare il nostro sistema ma non posso mettere meccanismi incentivanti o disincentivanti senza nessun discernimento. Elaboriamo un piano industriale con un patto con tutto il mondo produttivo".Conte non chiude la porta a possibili riforme costituzionali (FdI ad esempio spinge per il presidenzialismo) e elettorali, ma mettendo in chiaro che innanzitutto "c'è un problema di stabilità" e poi spiegando che "ci sono diverse soluzioni", ma occorrono "sicuramente equilibri e controbilanciamenti". E, comunque, "qualsiasi progetto riformatore ha bisogno di un arco temporale minimo di due-tre anni". La platea si surriscalda quando si arriva al confronto con i partner della Ue sulla redistribuzione dei migranti: "La linea dura è un interesse di tutti in Europa. Serve un meccanismo automatico europeo di redistribuzione, non ho mutato idea su questo punto: non ho detto che oggi in Italia entra chiunque".Il pubblico prima rumoreggia poi applaude. Quanto a Salvini, Conte torna sul suo dialogo dello scorso inverno con Angela Merkel relativo alla Lega, intercettato dalle telecamere: "Non mi sono mai permesso di denigrare una forza politica che sosteneva il precedente governo. Io dicevo che il rischio dell'isolamento, dal mio punto di vista, era evidente". E a riprova sottolinea: "Oggi pomeriggio su questo palco viene Orban, chiedete a lui perché non ha seguito Salvini ed è rimasto nel Ppe. La Lega si è ritrovata completamente isolata, ed era quello che io intuivo anche allora".Finita l'intervista dal pubblico si leva il coro "elezioni, elezioni", chiaro riferimento alla richiesta di FdI di andare a votare dopo la caduta del governo gialloverde. Conte non si scompone, saluta e va via. Dopo, sui social, scrive: "Il confronto democratico, fondato sul reciproco rispetto, esprime il grado di civiltà del nostro sistema. Con Fratelli d'Italia non condividiamo le medesime idee, ma il passaggio e il confronto di questa mattina sull'isola Tiberina mi hanno arricchito e stimolato".

  • Aereo giù di 9mila metri in pochi minuti: i passeggeri si disperano
    Notizie
    notizie.it

    Aereo giù di 9mila metri in pochi minuti: i passeggeri si disperano

    Durante il volo 2353 da Atlanta a Fort Lauderdale ci sono stati dei momenti di panico.

  • Concerto di Jovanotti a Linate, è record di affluenza: 100mila persone
    Notizie
    notizie.it

    Concerto di Jovanotti a Linate, è record di affluenza: 100mila persone

    Tutto esaurito per il concerto di Jovanotti all'aeroporto di Linate. Sul palco sarà presente anche l'ex frontaman del Thegiornalisti Tommaso Paradiso.

  • Fabrizio Corona in carcere: le foto della partita di beneficenza
    Notizie
    Style 24

    Fabrizio Corona in carcere: le foto della partita di beneficenza

    Fabrizio Corona, in carcere da circa 6 mesi, non aveva dato più sue notizie. Finalmente arrivano le prime fotografie di un torneo di beneficenza

  • In carcere con un bisturi infilato nelle parti intime: denunciata
    Notizie
    notizie.it

    In carcere con un bisturi infilato nelle parti intime: denunciata

    Donna cerca introdurre oggetto contundente in carcere, ma viene scoperta dalla Polizia Penitenziaria.

  • Equinozio 2019, quando è il primo giorno d’autunno
    Notizie
    notizie.it

    Equinozio 2019, quando è il primo giorno d’autunno

    L'equinozio di autunno 2019 non è il 21 settembre come molti credono.

  • Testimonianze sull’incendio a Trezzano: emergono particolari inediti
    Notizie
    notizie.it

    Testimonianze sull’incendio a Trezzano: emergono particolari inediti

    A 24 ore dall'incendio che ha gravemente ferito tre uomini a Trezzano sul Naviglio, emergono testimonianze che hanno dell'incredibile.

  • Roma, autista di autobus picchiato da 8 ragazzi per un rimprovero
    Notizie
    notizie.it

    Roma, autista di autobus picchiato da 8 ragazzi per un rimprovero

    Un rimprovero per un'infrazione avrebbe scatenato la loro ira: a Roma picchiato un autista d'autobus da un gruppo di 8 ragazzi.

  • Cade ultraleggero a Bergamo, muore ragazza di 15
    Notizie
    Askanews

    Cade ultraleggero a Bergamo, muore ragazza di 15

    Pilotava il padre a bordo con le 3 figlie: gravissime condizioni

  • Ombrello blocca la porta: impiegati fuori dall’ufficio per due giorni
    Notizie
    notizie.it

    Ombrello blocca la porta: impiegati fuori dall’ufficio per due giorni

    Un ombrello blocca la porta scorrevole: impiegati restano fuori dall'ufficio per due giorni

  • Chi è Misha Nonoo, tutta sull’amica di Meghan Markle
    Notizie
    Style 24

    Chi è Misha Nonoo, tutta sull’amica di Meghan Markle

    Misha Nonoo, moglie del ricco petroliere Michael Hess, è una delle migliori amiche di Meghan Markle. Cosa sappiamo di lei?

  • "Meglio Italia Viva di Renzi che il Pd", dice Silvio Berlusconi
    Notizie
    AGI

    "Meglio Italia Viva di Renzi che il Pd", dice Silvio Berlusconi

    “La legge elettorale è il cuore della democrazia rappresentativa. In attesa che i nostri tecnici approfondiscano la proposta referendaria, sarebbe piuttosto opportuno che il centrodestra definisse una proposta unitaria da presentare in Parlamento”. In un'intervista al Corriere della Sera Silvio Berlusconi risponde così alla richiesta di Salvini di appoggiare il referendum sulla legge elettorale per evitar e il ritorno al proporzionale.Il leader di Forza Italia quindi non raccoglie la richiesta del leader leghista e ribadisce che “il chiarissimo: liberale, europeista, garantista, cristiano, riformatore. Un centrodestra di governo. Sta a noi rafforzare il profilo liberale della coalizione”. Poi imputa a Salvini di aver commesso un errore nel non appoggiare l'elezione di Ursula von der Leyen a Commissaria Ue “perché la signora von der Leyen è espressione della grande famiglia dei cattolici liberali, il più grande gruppo politico europeo antagonista della sinistra. Io lavor o in Europa anche per - ché si possa giungere ad una sintesi fra i popolari, i liberali, i conservatori e i sovranisti responsabili”.Al quotidiano che obietta che Forza Italia è divisa tra due anime, una ostile e l'altra schiacciata su Salvini, Berlusconi risponde che “non è così” perché “quella che vengono definite ‘anime' sono solo posizioni di simpatia o antipatia personali che si adegueranno alle scelte del movimento”.Governo Conte: il giudizio negativo di Berlusconi sul primo governo Conte comprendeva anche l'operato della Lega?, chiede il Corriere. E il leader forzista risponde che “con nostro grande stupore e disappunto la Lega in quel governo, in cambio della mano libera sui temi dell'immigrazione, ha rinunciato a far valer e tutti gli altri principi del programma del centrodestra. E oggi purtroppo le politiche del Conte due vanno nella stessa direzione di quello che lo ha preceduto”. E se Berlusconi però apprezza Conte è solo perché ne apprezza “la preparazione e il tratto garbato”.Nell'intervista Berlusconi parla anche di Renzi, che non può essere considerato un suo figlioccio politico né il figlio mancato perché “il percorso di vita di Matteo Renzi è all'antitesi del mio”. Lui, prosegue Berlusconi, “fin da giovanissimo ha vissuto e vive nella politica, nell'apparato di un partito. E si è sempre collocato nella sinistra. Io ho seguito e seguo un percorso esattamente contrario. E poi Renzi ha oggi la responsabilità di aver fatto nascere un altro governo guidato dai 5 Stelle”. E se comunque ha augurato a Renzi di aver successo dopo il varo di Italia viva, è perché “preferisco per il Paese una sinistra moderna, europea e lontana dalle ideologie e dagli errori del passato. In ogni caso questo riguarda l'altra metà campo”.Renzi è un'insidia per Forza Italia? Può erodere voti e consensi? A questi interrogativi l'ex Cavaliere risponde semplicemente “lo escludo”, per poi precisare che “Renzi è stato il principale artefice della nascita del governo più a sinistra della storia repubblicana. Non vedo elettori moderati e liberali dare a lui il loro voto”.Al quotidiano che osserva che però sui temi europei le affinità di Forza Italia sono più con Renzi che con Salvini, il leader forzista ribatte che “il fatto che noi usiamo un linguaggio moderato e rispettoso delle istituzioni, non significa che non siamo alternativi alla sinistra. Lo siamo stati, lo siamo e lo saremo”.Poi Berlusconi aggiunge anche che “noi ci rivolgiamo alle vittime dell'oppressione fiscale, dell'oppressione burocratica, dell'oppressione giudiziaria. Siamo liberisti, garantisti, europeisti: gli unici continuatori, gli unici eredi coerenti delle tradizioni politiche liberali, cattoliche, riformatrici, della civiltà occidentale” e “tutto questo non ci consente di avere punti in comune con la sinistra”. Quanto a Salvini, invece, “la nostra idea di centrodestra è certamente diversa dalla sua, ma sulla scelta di campo non ci sono dubbi” chiosa Berlusconi

  • Greta Thunberg al summit Onu: “Noi giovani siamo inarrestabili”
    Notizie
    notizie.it

    Greta Thunberg al summit Onu: “Noi giovani siamo inarrestabili”

    Greta Thunberg ha aperto il Youth Climate Summit all'Onu, al fianco del segretario generale Antonio Guterres

  • Andreas Muller e Veronica Peparini si sono lasciati? Crisi smentita
    Notizie
    Style 24

    Andreas Muller e Veronica Peparini si sono lasciati? Crisi smentita

    Andreas Muller e Veronica Peparini si sono lasciati? A raccontare la verità è il ballerino

  • La Lonely Planet celebra Napoli. ”È la città più cool del momento”
    Notizie
    HuffPost Italia

    La Lonely Planet celebra Napoli. ”È la città più cool del momento”

    Dimenticate i bar hipster arredati con pallet e lampadine

  • Prende un farmaco per il mal di denti e il suo sangue diventa blu
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Prende un farmaco per il mal di denti e il suo sangue diventa blu

    Una 25enne di New York ha avuto una reazione molto particolare a un farmaco antidolorifico: il suo sangue, infatti, è diventato color blu navy.

  • Strage Bologna, Chiocci: "Conte tolga segreto su carte palestinesi"
    Notizie
    Adnkronos

    Strage Bologna, Chiocci: "Conte tolga segreto su carte palestinesi"

    "Chi risponde sulle carte palestinesi nascoste? Perché il governo non toglie segreto sulle minacce del Fronte popolare per la liberazione della Palestina all'Italia arrivate appena prima di Ustica e Bologna? Perché la magistratura non acquisisce queste carte? Perché i grandi giornali se ne fregano? Solo Radio Radicale ne parla. Perché anche Conte si adegua? Via il segreto, vogliamo la verità che è custodita a Roma in un ufficio dei Servizi segreti e in Parlamento". Lo ha affermato Gian Marco Chiocci, direttore dell'Adnkronos, intervenuto ad 'Atreju 2019' sulla strage di Bologna, nella quale il 2 agosto 1980 morirono 85 persone e altre 200 rimasero ferite.  Chiocci ha ricordato che "esiste una verità processuale acclarata con sentenza definitiva che condanna gli ex Nar Francesca Mambro e Valerio Fioravanti, che ha molti buchi e alla quale sempre meno persone - anche a sinistra - credono, che porta alla strage fascista" ed "esiste una verità nascosta per anni, e scoperta solo grazie a giornalisti, consulenti, studiosi, storici, avvocati, che è uscita fuori e sta uscendo fuori, e che porta ad una pista palestinese che è stata forse troppo frettolosamente archiviata dalla procura di Bologna". Il direttore di Adnkronos ha sottolineato che esistono oggi, dunque, "due nuove verità nascoste": "Una è clamorosa: il governo e i servizi la conoscono, alcuni parlamentari l'hanno letta ma non ne possono parlare, e riapre la pista arabo-palestinese". A ciò si aggiunge il caso del "cadavere scomparso di una vittima", ha continuato Chiocci riferendosi alla storia di Maria Fresu, una delle 85 vittime della strage di Bologna, il cui corpo non si è mai trovato. Le sono stati attribuiti alcuni resti (nonostante non combaciasse il gruppo sanguigno) che ora sono stati riesumati e sottoposti a perizia nell'ambito del nuovo processo sulla strage che vede imputato Gilberto Cavallini. La verità emersa dalla perizia è sconvolgente: nei resti sono stati riscontrati due diversi dna. Ciò vuol dire che appartengono a due persone diverse. Perché nella tomba di Fresu ci sono i resti di due persone diverse? Se nessuno è della Fresu di chi sono quei due resti? - ha proseguito Chiocci - Sono di una 86esima vittima? E chi sarebbe visto che non è mai stata denunciata la scomparsa e non è mai stata catalogata tra vittime?".  "Il lembo facciale, per i periti, è di una donna vicina alla bomba mentre Fresu era più lontana, insieme alla figlia e a un'amica entrambe morte ma con i corpi integri, come riferisce la sopravvissuta - ha concluso .- Se il corpo di Fresu non è disintegrato, che fine ha fatto? E che fine ha fatto il corpo vicino alla bomba? Perché non si trova? Era una terrorista del gruppo Carlos, come ipotizza qualcuno? Era di una fascista? Nessuno lo sa. Sono tutti interrogativi più che legittimi e ai quali ora, a quasi 40 anni dalla strage, va data risposta". "A 39 anni dall'attentato del 2 agosto 1980 un ricercatore ha trovato, tra gli atti della strage di Brescia, dei documenti del Sismi" che parlerebbero delle minacce di attentati all'Italia da parte del Fronte popolare per la liberazione della Palestina (Fplp) a ridosso delle stragi di Bologna e Ustica, ha raccontato ancora il direttore di Adnkronos.  Nel ripercorrere a ritroso gli ultimi misteri sull'eccidio alla stazione, Chiocci ha ricordato come, un mese e mezzo fa, a 39 anni dalla strage, "in una conferenza alla Camera promossa da Federico Mollicone, alcuni parlamentari hanno ammesso verità sconvolgenti: hanno detto di aver hanno letto atti di cui non possono parlare, collegati anche ad Ustica". In tutti questi anni, ha proseguito il direttore dell'Adnkronos, "è stato ignorato il messaggio reiteratamente lanciato da Cossiga", quello relativo all'"esplosione prematura", ossia l'ipotesi che l'esplosione sia avvenuta accidentalmente. Una pista che ora potrebbe rafforzarsi con le novità emerse dalla nuova perizia effettuata nell'ambito del processo a Gilberto Cavallini in corso a Bologna. "Adesso è stato trovato, dopo 39 anni, abbandonato tra i reperti, un interruttore che per i nuovi periti potrebbe essere la sicura difettosa usata nel trasporto della valigia", ha proseguito il direttore Chiocci.