Usa, Casa Bianca dice no a richieste documenti Congresso

Bea

Roma, 15 mag. (askanews) - Il capo dell'ufficio legale della Casa Bianca ha scritto al presidente della commissione Giustizia della Camera per affermare che il Congresso non ha il diritto di "rifare" l'indagine del procuratore speciale Robert Mueller sul presidente Donald Trump e per respingere la richiesta di ampia documentazione relativa a decine di dipendenti attuali e passati della Casa Bianca. Lo riferiscono i media Usa.

La lettera del capo dell'ufficio legale della Casa Bianca Pat Cipollone al democratico Jerrold Nadler rimanda al mittente non solo le richieste di documenti della Casa Bianca, ma anche l'iniziativa del Congresso di aprire un'indagine su possibili ostacoli alla giustizia posti da Trump. Nella lettera Cipollone ribadisce una linea già espressa dalla Casabianca e dalle aziende del presidente: il Congresso non è la magistratura nè un organismo di polizia giudiziaria, quindi non ha un motivo legittimo per indagare su queste questioni.